ISCRIVITI AI NUOVI LABORATORI DEL GSSP

Scrittura e narrazione

Laboratorio online per scoprire, sperimentare e rafforzare le principali tecniche narrative, per essere più consapevoli della scrittura e acquisire gli strumenti necessari a dare forma alle idee e alle storie.

DURATA DEL LABORATORIO

Tre mesi: da lunedì 16 gennaio a domenica 16 aprile 2017.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Per tutta la durata del laboratorio verrà assegnata, ogni settimana, un’esercitazione.
Le esercitazioni settimanali sono strutturate in modo tale da permettervi di confrontarvi con problemi e tecniche specifici della scrittura narrativa e ognuna verrà valutata: il punteggio non si baserà sulla qualità e sul valore dei testi (non avrebbe senso ai fini del laboratorio), ma dipenderà dall’aderenza alle indicazioni date e dal rispetto dei tempi di consegna.
Durante il laboratorio ci sarà la mia presenza costante (Barbara Fiorio) e, per una settimana, sarà a vostra disposizione Margherita Trotta, redattrice di narrativa per Mondadori, con la quale potrete confrontarvi sulle esercitazioni e sui dubbi sintattici e linguistici, e scoprire il lavoro di editing che c’è dietro un testo.
L’obiettivo è quello di farvi sperimentare e rafforzare le principali tecniche narrative, in modo che possiate essere più consapevoli della vostra scrittura e acquisire gli strumenti necessari a dare forma alle vostre idee e alle vostre storie. Per capire come strutturare un testo, come renderlo efficace, come sfruttare appieno le vostre potenzialità e lavorare sui vostri punti deboli.
Sarà un percorso utile anche per trovare la vostra voce e il vostro stile.
Tutti i testi verranno discussi collettivamente all’interno di un forum privato, protetto da password, con il mio feedback continuo sul vostro lavoro, e quello di Margherita Trotta per la settimana di sua presenza sul GSSP.

LE ESERCITAZIONI SETTIMANALI

Nelle esercitazioni settimanali potrete sperimentare tutto quello che vi pare, in termini di soggetto, stile e tecnica.
Ci saranno esercitazioni pensate per esplorare un elemento specifico, esercitazioni pensate per migliorare la tecnica ed esercitazioni per buttare la tecnica dalla finestra e divertirsi.
Saranno strutturate in modo tale da essere sviluppate a livelli diversi a seconda delle vostre capacità di partenza. Non sono graditi gli alibi.
Se sognate di fare della scrittura una professione, che sia nella narrazione o nella saggistica ma anche nella comunicazione o nel giornalismo, o se desiderate partecipare a concorsi letterari, vi assicuro che rispettare una scadenza e consegnare un lavoro seguendo le indicazioni e mantenendo coerenza è fondamentale. Questa potrebbe essere una buona occasione per verificare se sapete tenere il passo. E per imparare qualcosa di nuovo.
Un’occasione preziosa per collaudare e consolidare ciò su cui vi sarete esercitati, sarà l’incontro con Margherita Trotta, la redattrice che, per una settimana, metterà a vostra disposizione la propria esperienza e le proprie competenze, commenterà i testi e le idee presentati, risponderà alle domande, fornirà spunti di riflessione, accorgimenti editoriali e suggerimenti su come lavorare con efficacia sui testi. Trovate il suo cv nel menù “Chi siamo” in questo sito.

MATERIALI AGGIUNTIVI

Nel corso dei mesi posterò letture, interviste e materiali di supporto e parlerò di tecnica, di storie e di scrittori, di generi e di stili.
Lo farà anche Margherita Trotta, nella settimana di sua presenza, ma una cosa fondamentale nel GSSP è la partecipazione di tutti: oltre a ciò che proporremo io e Margherita, sono importanti i commenti, i suggerimenti, i link, le domande e le considerazioni di tutti gli iscritti. Perché il dibattito non nasce solo da noi, ma soprattutto da voi.
C’è un luogo preciso per fare tutto questo: il forum.

IL FORUM

Lo strumento più importante del GSSP è il forum.
Probabilmente, tra voi, ci sarà chi ha un buon livello di scrittura, chi invece parte dalle basi, chi ha già seguito corsi e laboratori, chi prova questa esperienza per la prima volta. Non storcete il naso e non scoraggiatevi: al contrario, posso assicurarvi che il confronto tra persone con capacità diverse offre insospettabili spunti di riflessione e rappresenta una grande ricchezza.
Sarete liberi di usare il forum come meglio crederete, e troverete indicazioni più specifiche all’interno del forum stesso.
Vi dico solo che:
1) se litigate con Tizio, Caio o Sbirulino perché vi ha detto che non gli piace quello che avete scritto, non ritengo stia a me dargli stilettate sulle nocche. Non gli è piaciuto, succede. L’importante è capire per quale motivo;
2) il forum è come una monarchia in cui la regnante galleggia nel proprio nirvana, spiluccando cioccolato e orsetti di gomma. Se ogni tanto ha la sensazione che qualcuno stia calpestando le aiuole per fare campagna elettorale o proselitismi di qualsivoglia fede o ideologia, è libera di trasformare certe grandi dichiarazioni in bolle di sapone. Per il resto: nirvana, cioccolato e orsetti di gomma;
3) ci saranno bolle di sapone anche per chi abusa dei puntini di sospensione, punti esclamativi e interrogativi e per chi usa troppe parole straniere. Abbiamo una lingua meravigliosa, impariamo a usare quella, intanto;
4) il forum non è visibile agli esterni perché è importante avere uno spazio dove poter postare esperimenti di scrittura tremendi senza che vengano associati al vostro nome, ed è per questo che ogni partecipante, al momento dell’iscrizione, sceglierà un nickname. Siate gentili, rispettate la privacy delle altre persone e limitatevi a pubblicare fuori dal forum solo quello che avete fatto voi. Però tenete a mente che, per quanto protetto, è comunque Internet;
5) se vi innamorate tra di voi e figliate, mi arrogo il diritto di decidere il nome del primogenito.

ARGOMENTI TRATTATI

Anche se durante il laboratorio verranno occasionalmente forniti articoli, link di approfondimento e indicazioni varie, non si tratta di un corso tradizionale, in cui io fornisco nozioni e voi leggete una dispensa. Quello che faremo è diverso: verranno assegnate esercitazioni pensate per lavorare a un argomento specifico. Sarete voi a decidere quanto approfondire, a seconda del tempo che vorrete dedicare alla scrittura in queste settimane.
Le esercitazioni verteranno su argomenti come narratore, focalizzazione, uso della prima e della terza persona, descrizione e straniamento, dialoghi, caratterizzazione e linguaggio dei personaggi, stilistica, generi narrativi, conflitti, risoluzioni, finali, riscrittura, editing.

COSTO

La quota d’iscrizione è di 270 euro (iva compresa).
Tariffa promo: se vi iscrivete entro il 15 novembre 2016 e pagate tramite bonifico bancario, la quota promozionale è di 240 euro (iva compresa).
La stessa quota è riservata ai II e III classificati della gara per vincere il GSSP SCRITTURA E NARRAZIONE.
Tariffa Pigri: se avete già partecipato alle precedenti edizioni del GSSP e pagate tramite bonifico bancario, potete usufruire della Tariffa Pigri di 220 euro (iva compresa).

Disdetta: se per qualsiasi motivo deciderete di non partecipare prima dell’inizio del laboratorio e me lo comunicherete entro il 15 dicembre 2016, la somma vi verrà restituita interamente.
Se me lo comunicherete entro il 1° gennaio 2017, vi verrà restituita al 50%.
Dopo questa data la somma di iscrizione non vi verrà restituita.

GSSP - Scrittura e narrazione
DICONO DEL GSSP
  • Grande Barbara, se le mie prof a scuola fossero state come te, sarei diventato uno scienziato. Ma mi accontento di essere fieramente tra gli Scrittori Pigri. È stata un’avventura meravigliosa.


    Marco
  • Non speravo né mi aspettavo di ricevere tanto: ho sempre diffidato della formazione a distanza e invece sono rimasto totalmente soddisfatto e sorpreso. Ho avuto dal GSSP tutto quanto era stato promesso, anzi, probabilmente molto di più se penso alla quota d'iscrizione, irrisoria considerando la qualità del prodotto.

    Gino
  • È stato bellissimo partecipare a quest'esperienza cominciata per gioco e che vorrei tanto continuare. Quel che ho fatto l'ho fatto con passione ed entusiasmo, e ne sono felice. Grazie a Barbara e all’Editor per la serietà che ho riscontrato in tutti questi mesi di laboratorio.

    Paola
  • Grazie per quella sorta di disvelamento dei meccanismi che stanno dietro una produzione letteraria. Quella sbirciata dietro le quinte era la mia speranza quando mi sono iscritto, vederla realizzarsi ben oltre le aspettative è un qualcosa di cui vi sono grato. Se prendo in mano un libro, adesso, lo vedo in maniera piuttosto diversa da come lo vedevo prima, e questo grazie al GSSP.

    Raimondo
  • Con il GSSP ho capito che mettere bene una parola dietro l'altra non crea un libro. 

    Melissa
  • Sono stati mesi intensi, faticosi e piacevolissimi. Ho imparato che quando ti trovi in un posto come il GSSP puoi non aver paura dei commenti: saranno tutti utili, anche quelli (soprattutto quelli) che a prima vista ti fanno storcere il naso. Ho iniziato il GSSP amando la scrittura di getto. L’ho finito amando l'ordine e la struttura che ti regala una pianificazione degli eventi. Ho fuso le due cose, scrivo di getto seguendo l'ordine di scene genericamente abbozzate. E ho finito un racconto: giuro, non ci avrei mai scommesso sopra. Grazie! Giulio
  • Il GSSP è stato una guida e un punto di riferimento in un mondo, almeno per me, quasi sconosciuto.
    Ricomincerei domani, non ho dubbi.

    Marco
  • Il GSSP è un essere vivo, un cuore pulsante, che è andato avanti sfornando informazioni, commenti, critiche, incoraggiamenti, lezioni, smottamenti delle nostre certezze e demolizioni dei nostri dubbi, ma anche emozioni e sentimenti, nascosti tra una riga e l’altra. Il GSSP ha spinto a mettersi in gioco anima e corpo, a lavorare giorno e notte (letteralmente), a inspirare metodo e concretezza, e a espirare creatività e scrittura. È stata una sfida e un’esperienza. Lo rifarei!

    Cinzia
  • È stata tosta. Ma che bello che è stato!

    Barbara
  • Sono stati mesi incredibili. Il GSSP non è un laboratorio di scrittura, è una splendida realtà che tutti i partecipanti contribuiscono a rendere vitale. Se la valanga avesse anche un'accezione positiva, ecco il GSSP sarebbe una valanga.

    Giammauro
  • Mi sono divertito tantissimo! È stato un crescendo, mi sono sentito sempre più coinvolto, anche in mancanza di tempo, che mi sono trovato più volte a "rubare" al sonno e al relax. E fatto bene, perché nulla mi ha "pesato".
    Ho scritto per amore, per passione, per voglia di confrontarmi con me stesso e con tante altre persone che hanno messo lo stesso atteggiamento disponibile. E ho trovato lo stesso atteggiamento da parte di Barbara e di Margherita, che hanno interagito con una serietà professionale inaspettata per me, che mi avvicinavo per la prima volta a un laboratorio di scrittura, e pure online. 
    Michele
  • È stato impegnativo e sono fiera di essere arrivata fino in fondo. Però sono anche triste: vorrei fosse durato di più e soprattutto che il prossimo GSSP iniziasse domani. Ho ancora tanto da imparare! 
    Mariangela
  • Un’esperienza che non smetterò mai di consigliare!
    Fioly
  • Ho praticamente abbandonato i social per stare sul GSSP. È molto più divertente! Francesco
  • Il Gssp mi ha insegnato moltissimo, nella scrittura e dal punto di vista umano. Ognuno di noi è stato preso preso per mano e ci è stato mostrato tutto il possibile sulla scrittura e sul mondo che vi ruota attorno. Grazie!
    Jam

Login

Lost your password?